Ultima modifica: 29 gennaio 2019
Istituto Comprensivo N.1 > Open Day > Grande successo all’IC1 di Vasto per la “Settimana della cultura e delle Scuole in rete”.Studio del territorio, condivisione in video conferenza e seminari

Grande successo all’IC1 di Vasto per la “Settimana della cultura e delle Scuole in rete”.Studio del territorio, condivisione in video conferenza e seminari

La prima edizione della “settimana della Cultura e delle scuole in rete” si è conclusa con un grande successo nell’IC1 Vasto, organizzata dallo stesso istituto in collaborazione con RicercAzione e col patrocinio del Comune di Vasto, dell’ Anci e dell’ Aiccre Abruzzo.

Veramente innovative le attività didattiche svolte da lunedì 21 a venerdì 25 nella scuola primaria “G. Spataro”, che hanno visto classi parallele condividere attività di studio e approfondimento del territorio tra di loro per la prima volta, condividendole al tempo stesso con altre scuole dell’Abruzzo e Molise in Video Conferenza. Qualche difficoltà tecnica c’è stata, la linea internet delle altre scuole a volte si interrompeva, a volte l’audio non era il massimo, qualche immagine non era sempre limpida, ma è stata una grandiosa esperienza di condivisione di esperienze e studi sul proprio territorio. Non sono stati fatti progetti speciali in aggiunta alla programmazione. Il territorio è stato studiato nell’ambito del programma, soprattutto di Storia e Geografia, nella consapevolezza che Scuola e Territorio convivono in un continuo processo dialettico che coinvolge tutti gli attori interessati: docenti e personale scolastico, genitori,  enti locali, associazioni, ecc.

La settimana della cultura ha visto una pluralità di approfondimenti, tutti molto interessanti, lunedì 21 gennaio le classi prime in continuità con la scuola dell’infanzia hanno fatto la festa del mare con canti, coreografie e filastrocche, sintetizzando tutto un progetto di continuità sul tema marino. Martedì 22 gennaio le classi seconde hanno parlato del Brodetto Vastese in collegamento video con la scuola primaria “E.Mattei” di Casalbordino, I.O.Ridolfi Zimarino che ha illustrato mediante video il percorso di studio svolto sui prodotti tipici del territorio : la vite e l’ulivo.

 

Per i bambini delle seconde è stato emozionante condividere il lavoro svolto con le altre classi seconde e con la scuola di Casalbordino. “Che bello poter vedere e condividere con altri bambini le nostre esperienze e conoscenze! La videoconferenza ci ha incuriositi ed emozionati. Ci ha permesso di salutare e  vedere nuovi coetanei e un’ altra scuola.Eravamo felici!”. Anche i bambini di Casalbordino hanno vissuto una bella esperienza mediante il collegamento in video conferenza. “Ci siamo entusiasmati tutti, alunni e docenti. E’ un’esperienza da ripetere che ci porta fuori dalle mura delle nostre aule e della nostra scuola” hanno detto mediante la loro insegnante Maria Luisa Bassani.

Mercoledì 23 gennaio è stata approfondita la storia e i personaggi importanti di Vasto: la 5 A ha studiato Giuseppe Spataro, la 5B il Castello Caldoresco, la 5C Piazza Rossetti dall’Anfiteatro a Gabriele Rossetti, la 5 D le Terme Romane dell’antica Histonium. In questa giornata c’è stato il doppio collegamento in video conferenza con la scuola primaria dell’Incoronata di Vasto N.D.D. con la collaborazione di Nicola D’Aloia e di quella di Campodipietra (Cb) con la collaborazione delle insegnanti Sorretino e Ramacciato.

 

I ragazzi di quinta coinvolti dicono :” è stata un’esperienza straordinaria ed emozionante, perché è un nuovo modo di studiare, di scambiare le conoscenze, di arricchirci. Ci è molto piaciuto scoprire e studiare più approfonditamente la nostra città di Vasto per apprezzare dei luoghi che abitiamo, ma che non conosciamo abbastanza. Nelle settimane  precedenti ci siamo preparati in modo  approfondito,  con relative  ricerche,  sugli argomenti da trattare. Il lavoro è  stato  proficuo,  perché abbiamo  capito  l’importanza della conoscenza  del  patrimonio culturale della nostra città. Eravamo  molto emozionati, perché  non ci  siamo  mai confrontati con così tanti bambini. Abbiamo inoltre imparato a usare il  Power point per realizzare una presentazione riassuntiva di tutto ciò che abbiamo visto sul territorio e studiato. E’ stato emozionante vedere in diretta altri alunni anche del Molise, conoscere notizie e monumenti nuovi della loro terra. Abbiamo capito che lo scambio e la condivisione arricchisce e ci fa crescere. Ci piace molto avvicinare altri luoghi e altri compagni di altre località o regioni con l’aiuto della tecnologia……certamente , ci sono state anche delle difficoltà dovute ai nostri semplici mezzi tecnologici, che non hanno garantito un audio perfetto e un collegamento stabile, ne vorremmo di più avanzati, per collegarci più spesso e condividere le nostre esperienze e la nostra cultura con tanti amici,  per far sì che anche i luoghi siano più vicini.

Abbiamo  capito  l’importanza  di collaborare e cooperare e che aprirsi al confronto con gli altri è fonte di crescita per tutti,  perché  è bello conoscere  la storia del proprio territorio,  imparando  così  a rispettare  i tesori e le bellezze.”

Giovedì 24 gennaio le classi quarte hanno condiviso un lavoro dalle Sorgenti al fiume fino al mare di Punta Aderci, con l’Ist. C. Castiglione Messer Marino, per comprendere le caratteristiche del borgo, delle tradizioni anche quelle carnevalesche e culinarie. I ragazzi delle quarte della “G. Spataro” hanno detto : “E’ stata un’attività interessante ma anche molto impegnativa, per tutto lo studio precedente, ma ci è piaciuto molto condividerlo con le altre classi e con la scuola di Castiglione in particolare. Ci sono piaciute moltissimo le tradizioni di Castiglione Messer Marino, e ci piacerebbe tanto fare un’uscita didattica proprio lì, per vedere dal vivo il Pulcinella di Castiglione, visitare il borgo e magari assaggiare le famose “Sagne a lucutture”. I ragazzi di Castiglione hanno apprezzato molto il confronto “diretto” con la scuola di Vasto; sono stati  entusiasti e non vedevano l’ora di collegarsi con la nostra scuola: peccato per l’audio scarso e le continue interruzioni tecniche! Anche loro vorrebbero conoscere da vicino Vasto e magari venire a trovarci a scuola. Contente anche le nonne coinvolte nella  preparazione delle sagne a Lu cuttur e l’associazione del Pulcinella Castiglionese, che ha guidato i bimbi in una bella sfilata e ha mostrato loro come si costruisce il copricapo tipico della maschera castiglionese. Vedremo nei prossimi mesi se sarà possibile effettuare un’uscita didattica reciproca.

Venerdì 25 gennaio le classi terze hanno illustrato la “nostra montagna: la Maiella”, partendo dal mito, alle ere geologiche, alla flora e fauna fino ai luoghi più belli, collegandoci con l’I.O. di Tagliacozzo che con qualche difficoltà tecnica, poi risolta, ci ha parlato della loro montagna.

Per i ragazzi delle classi terze è stata l’occasione per comprendere tanti aspetti diversi della Maiella e scoprire le caratteristiche della montagna di Tagliacozzo, con un metodo didattico innovativo.  I ragazzi di Tagliacozzo hanno detto: “E’ importante proteggere la bellezza del nostro Paese e tutelare i luoghi speciali che il mondo ci invidia. “Abitare i luoghi” conoscendo e condividendo il proprio territorio è un progetto che rispecchia in pieno questo concetto.L’esperienza fatta oggi, è stata un primo passo per la nostra classe, verso un mondo nuovo, quello delle videorelazioni, noi ne siamo stati entusiasti. Malgrado le connessioni precarie, a volte audio a volte video a volte entrambi, siamo stati felici di vedere i compagni che si trovavano da un’altra parte della nostra bella regione. Si sono particolarmente interessati alla fauna del territorio, che per alcuni esemplari è simile alla nostra. Sperano di ripetere prima della fine dell’anno, altre esperienze in videoconferenza, magari in piccolo gruppo. “

Veramente molto interessanti inoltre il ciclo dei cinque incontri formativi  tenuti alle Paolucci di pomeriggio, durante la settimana della cultura, con la presenza complessiva di un centinaio di docenti per far comprendere con relatori importanti di enti, associazioni, scuole, università quanto è importante ripartire dal territorio, dalla didattica del territorio in particolare per creare nuove sinergie tra scuola e enti e città. Nei cinque pomeriggi sono intervenuti: Anna Bosco (assessore all’ Istruzione di Vasto), Carla Casciari(consigliere regionale dell’ Umbria), Lorenzo Coia (presidente della Provincia di Isernia), Luciano Lapenna (presidente dell’ Anci Abruzzo), Alfredo Agustoni, Roberta Di Risio e Vanessa Russo (dell’ Università di Chieti), Maria Zaino (docente di Popoli), Patrizia Pezzella e Maria Di Francesco (docenti, che hanno presentato il progetto per l’ infanzia Abitare il Castello), Carlo Di Michele (dell’ Usr Abruzzo), Massimo Luciani (direttore dell’ Anci Abruzzo), Fabio Travaglini (direttore dell’ Aiccre Abruzzo), Barbara Dalla Costa (Educatrice ambientale di Fara San Martino), Ernano Marcovecchio (sindaco di Tufillo), Giuseppe Notartomaso (sindaco di Campodipietra), Valentina Fitti(presidente del Consiglio comunale di Cupello), Graziana Di Florio (assessore all’ istruzione di Cupello), Lidia Flavia (archeologa), i dirigenti scolastici Tonina Camperchioli(Agnone), Annamaria Piccinni (Cepagatti), Massimo Di Tullio (Campodipietra), Concetta Delle Donne (Vasto Ndd), Vincenzo Parente (San Salvo 2), Claudia Gattella(Paritaria Albero Azzurro) Monica Capodicasa (Paritarie Abruzzo).

E’ stata una grande occasione per tutti per riflettere insieme, condividere materiali, ripensare il territorio a partire dalla scuola, creare connessioni e reti tra scuole dell’Abruzzo e Molise.

Un ringraziamento speciale va al Dirigente Scolastico prof.ssa Sandra Di Gregorio che con grande interesse ha organizzato questo importante evento, comprendendone il valore innovativo per la scuola; a Orazio Di Stefano presidente di RicercAzione che ha curato con grande impegno e passione tutta l’organizzazione; Vitalina Del Nero che ha curato con grande attenzione tutti i video della manifestazione; il prof . Raffaele Sigismondi delle Paolucci che ha seguito gli aspetti tecnici dei vari collegamenti Skipe; tutte i colleghi della Scuola “G. Spataro” che si sono lasciati coinvolgere in questa attività di approfondimento del territorio, tutti i colleghi di Tagliacozzo, Casalbordino, Campodipietra, Incoronata, Castiglione Messer Marino, che anche senza conoscerci personalmente si sono subito prodigati per organizzare al meglio le video conferenze.

Insomma un grande impegno, una grande passione per il territorio, il desiderio di condividere, di creare relazioni e reti con aspetti della didattica veramente innovativi.  E’ solo un punto di partenza su cui costruire nuove sfide didattiche!

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi